IC B. CIARI

Piano nazionale scuola digitale – 6° IC CIARI

Print Friendly

untitled

Il Piano Nazionale Scuola Digitale

Il 27 ottobre 2015, con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, prot. n.851, è stato adottato il Piano nazionale per la scuola digitale (di seguito, anche PNSD). Il suddetto documento si inserisce nell’ambito di un percorso in parte già avviato e diretto al potenziamento delle competenze e degli strumenti in materia di innovazione digitale (http://www.istruzione.it/scuola_digitale/index.html).

Con la nota MIUR 17791 del 19 novembre 2015 è stata introdotta la figura dell’Animatore Digitale (AD) in ogni Istituto scolastico. E’un profilo definito dal Piano nazionale scuola digitale (PNSD) e già previsto dalla legge 107/2015.

 

L’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale è curata dall’animatore digitale del 6° IC Ciari di Padova, Chiara Celino, che coordina le azioni previste nel Piano triennale dell’offerta formativa.

I compiti dell’Animatore sono strettamente legati al PNSD, in quanto è indicato come figura strategica per la sua realizzazione. Adeguatamente formato su tutti i contenuti del PNSD, sarà compito dell’AD animare ed attivare le politiche innovative contenute nel Piano e a coinvolgere tutto il personale, oltre che gli studenti e le loro famiglie. Il campo operativo dell’AD riguarda tre ambiti: la formazione interna, il coinvolgimento della comunità scolastica per la realizzazione di una cultura digitale condivisa, l’ideazione e l’attuazione di soluzioni innovative metodologiche e tecnologiche.

 

Qui di seguito un breve riepilogo dei principali passaggi previsti per l’attuazione del Piano

Dicembre 2015: nomina dell’Animatore digitale

Individuata la figura dell’Animatore Digitale da parte delle scuole, è stata poi avviata la misura relativa all’ambito della “Formazione e Accompagnamento” al Piano, contemporaneamente alla promozione della Settimana del PNSD, al concorso #ilmiopnsd (al quale l’Istituto ha partecipato con l’attività “Il blocco della sfida).

Marzo 2016: individuazione del Team per l’innovazione digitale

Terminate le suddette fasi, come indicato nella nota n. 4604 del 03/03/2016, Il Miur ha avviato la formazione del personale scolastico, utilizzando risorse sia nazionali che comunitarie (PON 2014-2020).

Al fine di coordinare detto periodo formativo, ciascuna istituzione scolastica ha dovuto individuare:

  1. 3 docenti che costituiscono il Team per l’innovazione digitale.
  2. 2 assistenti amministrativi;
  3. 1 unità di personale (ATA o docente) per l’Assistenza tecnica.

Il Team per l’innovazione digitale, costituito dunque da 3 docenti dell’Istituto, ha la funzione di supportare e accompagnare l’innovazione didattica nelle istituzioni scolastiche e l’attività dell’Animatore digitale.

Ottobre 2016: formazione del personale della scuola

Viene avviata la formazione per l’innovazione didattica e organizzativa del personale scolastico: dirigenti scolastici, direttori dei servizi generali e amministrativi, personale amministrativo e tecnico, docenti (azione #25 del PNSD) e assistenti tecnici finanziata con le risorse PON “Per la Scuola” 2014-2020.

Ciascun Istituto scolastico ha avviato una selezione interna per l’individuazione di 10 docenti che potranno partecipare ai corsi di formazione su tecnologie ed approcci metodologici innovativi.

L’Animatore digitale insieme al Team per l’innovazione e al personale della scuola che sarà adeguatamente formato nei prossimi mesi, avranno il compito di “disseminare a cascata”, nel proprio Istituto, il know how ricevuto nel percorso di formazione.

 

byod

Il progetto dell’Animatore digitale

Nell’universo di possibilità, proposte, percorsi e strumenti inerenti le tecnologie didattiche e nuovi approcci metodologici, compito dell’Animatore Digitale sarà selezionare quelli più rispondenti alle esigenze dell’Istituto proponendoli con tempi e modalità definiti di anno in anno.

 

 Il progetto è stato stilato valutando tre aspetti:

  1. La situazione attuale dell’Istituto rispetto alla didattica con il digitale, in relazione a competenze degli insegnanti e dotazione tecnologica;
  2. Le esigenze della scuola (insegnanti, alunni, strumenti) e i relativi obiettivi concretamente perseguibili;
  3. Le risorse attualmente disponibili per raggiungere questi obiettivi

A questo scopo, a settembre 2016, l’AD ha condotto un’Analisi dei bisogni dell’Istituto tramite un sondaggio rivolto a tutti i docenti con lo scopo di rilevare i reali bisogni formativi e di individuare gli insegnanti con esperienze pregresse nell’utilizzo delle nuove tecnologie nella didattica.

Dagli esiti del sondaggio, è emerso un notevole interesse da parte dei docenti dell’Istituto verso le nuove tecnologie che merita di essere supportato da un’adeguata formazione. Sono stati individuati anche diversi insegnanti con competenze in ambito formativo sulle nuove tecnologie pertanto il progetto intende valorizzare queste professionalità già presenti nell’Istituto che supporteranno il lavoro dell’AD e del Team per l’innovazione digitale.

Per l’anno scolastico 2016/2017 si ritiene utile presentare ai docenti dell’Istituto il Piano Nazionale Scuola Digitale e le funzioni dell’Animatore digitale all’interno del Collegio docenti del 26 ottobre 2016.

Segue scheda di progetto generale relativa al triennio 2016/2019.

All’inizio di ogni anno scolastico sarà presentato un piano dettagliato per la sua attuazione nell’annualità in corso.
  

PROGETTO-ANIMATORE DIGITALE VI ISTITUTO COMPRENSIVO B.CIARI-PADOVA

art. 1 comma 7 Legge 107 lettera h – sviluppo delle competenze digitali degli studenti

Finalità

 

∙ Formazione interna: stimolare la formazione interna alla scuola negli ambiti del PNSD;

∙ Coinvolgimento della comunità scolastica ad una partecipazione attiva sui temi del PNSD;

∙ Creazione di soluzioni innovative: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola.

 

Obiettivi

 

∙ Sviluppare le competenze digitali degli insegnanti

∙ Incrementare progressivamente l’uso delle tecnologie digitali nella didattica

∙ Sperimentare metodologie didattiche innovative

∙ Far emergere le buone pratiche dell’uso del digitale nella didattica messe in atto dai docenti dell’Istituto

∙ Estendere la conoscenza dei contenuti del PNSD a tutta la comunità scolastica

∙ Creare una relazione con famiglie e territorio in merito agli aspetti educativi e formativi legati al digitale

∙ Implementare la dotazione informatica dell’Istituto

Risultati attesi

1. Creazione di un account Office365 per ogni docente dell’Istituto

2. Aumento dell’utilizzo di software e tecnologie didattiche specifiche a supporto della didattica e dematerializzazione.

3. Attivazione di un laboratorio di coding per tutte le classi dell’Istituto – al termine del ciclo di istruzione primaria, tutti gli alunni dell’istituto avranno sperimentato percorsi di programmazione informatica

4. Diffusione, all’interno della comunità scolastica, delle buone pratiche di didattica con il digitale

5. Attuazione di nuove metodologie didattiche supportate dal digitale

6. Creazione di una rete di collaborazione sul digitale, sia interna alla scuola che esterna – es. collaborazione con associazioni del territorio

7. Aumento della dotazione tecnologica dell’Istituto e adeguamento di quella esistente

8. Creazione e utilizzo di un repository on line di risorse didattiche

Risorse

Professionalità già presenti all’interno dell’Istituto

Team per l’innovazione digitale

Personale scolastico in formazione

  Metodologie utilizzate

 1. Formazione interna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2. Coinvolgimento della comunità scolastica

∙ Formazione dell’animatore digitale:

∙ partecipazione dell’AD al percorso formativo previsto dal Miur

∙ partecipazione a laboratori di ricerca e sperimentazione organizzati da enti accreditati MIUR e INDIRE (es. Avanguardie educative)

∙ partecipazione a forum e gruppi di discussione social sui temi del PNSD e sulle iniziative correlate

∙ Diffusione dei contenuti del PNSD tra i docenti dell’Istituto inserendo l’argomento come punto all’ordine del giorno durante un incontro collegiale

 

∙ Creazione di un ambiente di condivisione cloud tra docenti e tra docenti e studenti (Office365, Google Classroom o Edmodo.

∙ Attivazione di un laboratorio di coding in tutti i plessi dell’Istituto in ciascuna delle tre annualità. In tal modo, nel corso del tempo, si offrirà a tutti gli alunni la possibilità di approcciarsi al mondo della programmazione informatica. L’animatore digitale potrà supportare l’insegnante di classe nella progettazione del percorso didattico o intervenire direttamente nelle attività con gli alunni nel caso si delinei la possibilità di utilizzare l’organico potenziato per gestire l’organizzazione didattica.

∙ Partecipazione alla Settimana mondiale dell’Ora del codice.

∙ Adesione al progetto “Programma il futuro” proposto dal MIUR.

∙ Adesione al progetto “Debate”.

∙ “La scuola aumentata”.

∙ Eventuali incontri destinati alle famiglie su tematiche educative legate all’uso del digitale

∙ Un incontro di autoformazione all’anno per confrontarsi sulle esperienze sull’uso di soluzioni digitali nella didattica. Questo momento diventa fondamentale per tentare di far emergere le buone pratiche che vengono messe in atto già da molti insegnanti ma che troppo spesso restano confinate tra le mura dell’aula. Le esperienze condivise saranno inserite in un repository di risorse on line riservato all’Istituto.

∙ Creazione sul sito istituzionale della scuola di uno spazio dedicato al PNSD per informare sul piano e sulle iniziative della scuola

∙ Creazione di soluzioni innovative

∙ Collaborazione alla stesura dei progetti PON

∙ Creazione di un Repository di risorse, buone pratiche, esperienze didattiche, a disposizione degli insegnanti e collegato al sito di Istituto.

∙ Sperimentazione di nuove soluzioni digitali hardware e software e condivisione delle stesse in un incontro all’anno finalizzato alla conoscenza, confronto e condivisione di quanto sperimentato.

∙ Collaborazione con enti e associazioni

 Proposte per il triennio 2016/2019

Le proposte potranno essere modificate in base a nuove esigenze formative che potrebbero emergere nel corso del triennio.

Annualmente saranno definiti tempi e modalità dettagliati per l’attuazione del progetto.

Questo progetto è stato redatto prima della conclusione del percorso di formazione previsto per gli Animatori Digitali, per il Team e per il personale scolastico selezionato, pertanto è passibile di modifiche alla luce della formazione prevista. Inoltre, considerata la durata triennale del progetto e la rapida evoluzione del settore informatico/tecnologico le azioni previste potranno subire modifiche e adattamenti in base a nuove proposte digitali e possibilità didatticamente interessanti che potranno emergere nel corso degli anni, sempre tenendo presenti le esigenze dell’Istituto.

 

 

 

a.s. 2016/17:

-“Office365-corso base e avanzato” (8 ore)

-“Il foglio di calcolo nella didattica-corso base e avanzato” (8 ore)

-“Alfabetizzazione informatica”(8 ore)

-“Introduzione all’Ora del Codice” (2 ore)

-“Realtà aumentata-applicazioni nella didattica” (2 ore)

-“Debate” (2 ore in presenza, webinar on line sul sito Avanguardie educative

a.s. 2017/18

∙ “Scratch nella didattica” (6 ore)

∙ “Classi virtuali” (6 ore)

∙ “E-learning” (8 ore)

∙ a.s. 2018/19

∙ “Giocattoli automatizzati e robotica educativa”(12 ore)

∙ “BYOD” 6 ore

Fasi operative e tempi di esecuzione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

a.s. 2016/2017

Ottobre 2016: Creazione sul sito istituzionale della scuola di uno spazio dedicato al PNSD per informare sul piano e sulle iniziative della scuola.

Novembre 2016: corso Office365- base ed avanzato

Dicembre 2016: partecipazione alla settimana mondiale dell’Ora del codice (5-11 dicembre 2016) per le classi dell’Istituto interessate

Dicembre-febbraio 2017: corso “Alfabetizzazione informatica”

Dicembre e gennaio 2017: “La scuola aumentata”

Novembre-gennaio 2017: incontri di formazione tra insegnanti su “Realtà aumentata” e “Coding”

Gennaio-febbraio 2017: corso sul “Foglio di calcolo”

Febbraio-giugno 2017: “Debate”-formazione in presenza e on line.

Maggio 2017: incontro di confronto e condivisione tra insegnanti sull’uso di soluzioni digitali nella didattica, sperimentate durante l’anno

In corso d’anno: laboratorio di Coding

a.s. 2017/2018

Ottobre 2017: creazione Repository di risorse didattiche sul sito dell’Istituto

Ottobre-Novembre 2017: corso “Scratch nella didattica” (6 ore)

Settembre-dicembre 2017: “Classi virtuali”

Settembre-dicembre 2017: “E-learning”

Ottobre e Dicembre 2017: partecipazione “Code week” e “Settimana mondiale Ora del codice” per le classi dell’Istituto interessate

Dicembre e gennaio: “La scuola aumentata”

Novembre-gennaio: incontri di formazione tra insegnanti su “Realtà aumentata” e “Coding”

Gennaio-giugno 2018: ”Debate in rete”

Maggio 2018: incontro di confronto e condivisione tra insegnanti sull’uso di soluzioni digitali nella didattica, sperimentate durante l’anno

In corso d’anno: laboratorio di Coding e Debate

a.s. 2018/2019:

Ottobre-novembre 2018: corso ““Giocattoli automatizzati e robotica educativa”

Ottobre e dicembre 2018: partecipazione “Code week” e “Settimana mondiale Ora del codice” per le classi dell’Istituto interessate

Dicembre e gennaio: “La scuola aumentata”

Novembre-gennaio: incontri di formazione tra insegnanti su “Realtà aumentata” e “Coding”

Maggio 2019: incontro di confronto e condivisione tra insegnanti sull’uso di soluzioni digitali nella didattica, sperimentate durante l’anno

In corso d’anno: laboratorio di Coding.

 

Nel corso del triennio

Sperimentazione di nuove soluzioni digitali hardware e software

Eventuali incontri formativi/informativi per le famiglie su temi educativi legati al digitale

Collaborazione con DS, DSGA ed altre figure eventualmente coinvolte, alla stesura di progetti di partecipazione ai bandi PON o similari.